Come Funziona?


Ti registri -> completi le missioni -> sarai sempre premiato da brand commerciali!!!.








188 click sul il profilo di Massimo!!
9 Missioni portate a termine
156 Numero Like Missioni
100 Numero Mipiace RELAX
33 FANs in attivo


I fan di Massimo







Zoom


Massimo Merli 8.73Q

... Meglio rivivere i ricordi, che vivere di ricordi ....
Sant'Angeles - Lodi
 Benzinaio


33 FAN
Condividi Bacheca

BACHECA RELAX

Immagini Relax

Massimo Merli 17/11/2020
Un bagliore accecante spazzò via le tenebre per qualche attimo.
Purtroppo le tenebre non erano presenti solamente in cielo, esse stavano anche calpestando il suolo
E stavavano puntando esattamente in direzione di Eloise e Nick.
Nick lasciò la presa sul coltellino multiuso e ritrasse la mano dalla tasca, ed insieme alla ragazza rientrò all'interno della costruzione.
I concitati attimi che seguirono furono spesi per bloccare l'ingresso e la porta sul retro con qualsiasi cosa potesse tornare utile allo scopo.
Terminate le operazioni i due salirono al piano superiore per trovare rifugio nella stanza già nota a Nick; lì si rannicchiarono a terra e restarono in attesa.
Fu necessario poco più di un'ora alla mandria di ciondolanti per attraversare la zona.
Un lasso di tempo durante il quale Nick, in un paio di occasioni, dovette tappare la bocca alla ragazza intenta a pregare.
La prima volta a Nick bastò appoggiare la sua mano alla bocca della ragazza, ma Eloise rispose con un morso e Nick soffocò un'imprecazione.
Nella seconda occasione invece l'uomo agì in maniera differente: le appoggiò entrambe le mani ai lati della testa e la torse con un gesto assai rapido.
Nick finì il lavoro dapprima conficcando il coltellino multiuso nell'occhio sinistro della ragazza, quindi adagiando sul pavimento il corpo privo di vita della ragazza, poi l'uomo chiuse gli occhi mentre in lontananza un campanile prese a rintoccare.
5

Condividi

Massimo Merli 16/11/2020
Il lungo e fastidioso ruggito del tuono cessò ed Eloise continuava a ripetere di non aver avuto scelta, di non aver potuto fare altrimenti.
Nick cercò di tranquillizzarla, poi le domandò di che stesse parlando.
Lei rispose che aveva dovuto porre fine alla vita della sorella, la donna che lo aveva colpito alle spalle, la donna il cui corpo si trovava nei pressi di quel ponticello malandato.
Nick rimase in silenzio. Poi si alzò e lasciò la stanza per raggiungere l'esterno.
Una volta varcata la porta egli appoggiò la schiena al muro di pietra ed osservò le prime gocce di pioggia che iniziavano a cadere.
La sua mente era piena di domande.
Si poteva fidare di quella ragazza?
Era sincera?
E se fosse una psicopatica?
Sono io paranoico?
Nick non riuscì a sbrogliare quella matassa di domande, poi pensò alle parole che durante la sua adolescenza il suo allenatore di pugilato rivolse lui prima di un incontro di allenamento: quando non trovi soluzione ai tuoi pensieri, segui l'istinto.
Ed il suo istinto fornì la risposta alle sue domande.
La pioggia intanto s'era fatta copiosa ed un lampo squarciò il cielo, seguito da un tuono ancor più rumoroso del precedente.
Eloise lo raggiunse e porse lui una sigaretta.
Nick scosse la testa; non fumava da più di tre anni e non aveva intenzione di riprendere quel vizio.
Lei scrollò le spalle ed iniziò a fumare.
Immersi nella notte, Nick ed Eloise restarono muti
L'uomo infilò con discrezione la mano sinistra in una delle tasche dei suoi pantaloni andando ad afferrare un piccolo coltello multiuso; attraverso quello strumento necessario avrebbe messo in essere la sua decisione.
5

Condividi

Massimo Merli 12/11/2020
La nottata diede modo a Nick di conoscere più a fondo la giovane donna.
Eloise raccontò lui di essere fuggita da Berceto, assieme alla sorella, nel momento in cui apparvero i primi non-morti,
Una fuga improvvisa ed improvvisata, senza un piano preciso, senza una meta precisa
Una fuga con l'unica speranza di trovare un posto tranquillo lontano da quegli esseri; una speranza vana, alla luce dei fatti.
Nick domandò lei di sua sorella.
Eloise attese qualche attimo prima di rispondere, nel tentativo di reprimere la tristezza che quella domanda le fece apparire in viso.
La donna riprese a parlare con voce incerta.
Le parole descrissero la loro fuga da Berceto ed il girovagare per le campagne del nord Italia cercando di mantenersi il più distante possibile dai centri abitati.
Berceto fu colpita durante la notte; le vie del borgo furono improvvisamente invase da panico, disperazione, confusione.
Le grida disperate degli abitanti squarciarono le ombre notturne mentre i non-morti squarciavano quelle persone impreparate a quell' evento.
Nick le appoggiò una mano sulla spalla e le porse un bicchiere colmo d'acqua che lei deglutì nervosamente.
Eloise raccontò poi delle persone incrociate durante il loro peregrinare e dei tantativi di aggressione, sia da parte di mostri sia da parte di umani, dei momenti di puro terrore e di come sua sorella diventasse sempre più strana giorno dopo giorno.
Agnes aveva sempre avuto un carattere forte e deciso e duro come una roccia ma quegli eventi avevano lasciato un segno profondo nel suo animo e nella sua psiche, tanto che in un paio di occasioni dovette difendersi da dei suoi tentativi di aggressione.
A quel punto le parole cessarono lasciando posto ad un profondo silenzio, rotto solamente da un tuono improvviso.
6

Condividi

Massimo Merli 06/11/2020
Il nuovo risveglio portò con sè una novità della quale Nick si rese conto solamente dopo qualche faticoso istante: egli si trovava in cucina, non più legato, e di fronte a lui una ciotola in legno piena di qualcosa di vagamente commestibile.
Una figura dall'altra parte del tavolo impugnava una pistola e quando si rese conto del risveglio dell'uomo, iniziò a raccontare a Nick di aver seguito i suoi passi dopo aver osservato il suo comportamento nei confronti del quattrozampe al torrente.
La voce cessò il racconto per invitare l'uomo a mangiare i fagioli con cipolla che si stavano freddando all'interno della ciotola.
Nick iniziò a mangiare non distogliendo lo sguardo dal viso della ragazza adornato da lunghi capelli rossi, rossi come le di lei labbra che ripresero il racconto interrotto.
Lei raccontò di come avesse visto Nick essere stordito e fatto prigioniero nella stanza al piano superiore da quella donna dalla voce sibilante.
Nick soppresse un rutto potenzialmente fragoroso e, dopo aver terminato il contenuto della ciotola, chiese che fine avesse fatto colei che lo aveva aggredito.
La ragazza non fiatò, si limitò ad alzarsi e fece segno a Nick di seguirla.
I due giunsero rapidamente all'esterno e dopo una camminata di circa una cinquantina di metri, la ragazza indicò in direzione di un ponticello di legno nei pressi del quale si trovava il corpo senza vita di una donna dai capelli corti.
La ragazza girò i tacchi per tornare all'interno della costruzione e informò Nick che non le doveva alcun ringraziamento per avergli salvato la pellaccia.
L'uomo si passò la mano sulla nuca e per diversi minuti il suo sguardo restò fisso su quel corpo privo di vita.
7

Condividi

Massimo Merli 29/10/2020
Il profumo della cucina della nonna, semplice e gustosa, quei pici al sugo che Nick adorava alla follia mangiare sino ad essere sazio. La voce della sua amata parente che lo invitavano a consumare ancora e ancora...
Questi ricordi occuparono la mente dell'uomo durante il buio riposo forzato.
Improvvisamente gli occhi di Nick si riaprirono, non senza una certa fatica.
Ed insieme alla vista tornò pure il dolore, a braccetto con un marcato giramento di testa e, pochi istanti dopo, la consapevolezza di essere bloccato.
L'uomo seduto sulla sedia non riuscì a scalfire i nodi a mani e piedi che, ben preparati, lo ancoravano alla sedia.
Una luce tenue, proveniente da un malandato lampadario, spezzava le tenebre della stanza.
Nick urlò.
Quando tornò il silenzio, una voce sibilante alle sue spalle lo invitò alla calma.
Nick obbedì alla richiesta, conscio del fatto che in quel mentre non aveva alternative e inquietanti dal suono di quella voce.
Una voce che poco dopo tornò sibilante a chieder lui quali fossero le sue intenzioni.
Nick balbettò tre parole: pace, riposo, riparo.
Quindi una mano appare da dietro la sua nuca premendo contro il volto suo un fazzoletto umidiccio; poi fu di nuovo il buio.


5

Condividi

Massimo Merli 21/10/2020
Manna dal cielo.
Questo pensò Nick alla vista della costruzione incontrata sul suo cammino qualche ora dopo aver abbandonato il ruscello; con passo lento ed incerto a causa di una storta rimediata durante il cammino, egli superò il piccolo cancello in legno che delimitava una sorta di cortiletto antecedente l'ingresso dello stabile.
L'uomo varcò con circospezione la porta in vetro che conduceva immediatamente alla prima di due piccole sale arredate interamente con panche e tavoli in legno.
Un piccolo bancone, anch'esso in legno, delimitava la zona bar dove qualche bottiglia era ancora presente sulle mensole.
Una smorfia di fastidio apparve sul suo viso quando Nick salì i tre scalini che conducevano alla sala successiva : stretta e profonda e con un lungo tavolo, simile a quelli già visti, posto al suo centro.
L'uomo voltò i tacchi per tornare nella stanza precedente, che attraversò per giungere nel locale cucina.
Una pentola piena per tre quarti della sua capienza adagiata nel lavabo ed un cassetto aperto a mostrare coltelli e forchette contrastavano decisamente con l'ordine palesato dal resto della stanza.
Una porticina con un oblò, posta laddove la cucina aveva il suo termine, attirò l'attenzione del visitatore.
Scrutando attraverso il cerchio trasparente Nick notò qualcosa di strano nell'angolo alla sua sinistra, così aprì la porta ed entrò.
Arrivato dinnanzi all'oggetto della sua curiosità Nick si accovacciò ed iniziò ad osservare con attenzione il telo lercio dinnanzi a lui.
Un rapido movimento del suo braccio tolse il telo lasciando apparire la figura senza vita di una ragazza.
L'uomo si portò una mano alla bocca per trattenere l'urto di vomito che risalì velocemente il suo corpo sino alla gola, proprio un istante prima di sentire il sordo rumore del colpo che andò a colpire la sua schiena. Poi fu il buio.
7

Condividi

Massimo Merli 13/10/2020
Nick arrestò i suoi passi sopra un ponticello in pietra sotto il quale scorreva un ruscello dalle modeste dimensioni.
Due giorni erano trascorsi da quando l'uomo aveva abbandonato il cimitero.
Due giorni trascorsi a camminare tra la vegetazione montana, nella speranza di trovare un luogo dove riposare le sue stanche membra; riposare in cripte, grotte, o fossi, non è proprio il top del relax.
La giornata soleggiata e dalla temperatura mite, spinsero Nick a sfruttare la presenza del ruscello per dare una bella lavata a sè stesso ed ai suoi vestiti segnati da fango, polvere e sporcizia varia.
Dopo una decina di minuti l'uomo uscì dal ruscello per sdraiarsi sul prato che lambiva il corso d'acqua, ed osservando distrattamente il cielo e la natura circostante si rilassò per qualche minuto in attesa che i caldi raggi solari asciugassero i suoi indumenti.
Nick amava gli spazi aperti e la natura, ma mai come in quel momento bramava la presenza di una brandina o un divano sul quale appoggiare le sue chiappe.
Un rumore improvviso alle sue spalle lo fece balzare in piedi per fissare in direzione della provenienza del suono.
Tutto tacque per diversi secondi
Improvvisamente alcuni cespugli poco distanti dall'uomo si mossero, accompagnati dal medesimo rumore udito in precedenza.
Un cucciolo quattrozampe emerse dai cespugli, rimanendo poi immobile a fissare l'umano di fronte a lui.
Un debole vento fece da testimone alla scena.
La mano destra di Nick si infilò in una delle tasche dello zaino, frugò per qualche istante prima di riemergere con un pezzo di carne secca che lanciò in direzione del cucciolo.
La bestiolina resto immobile dinnanzi al pezzo di carne, ma quando l'uomo scrollò le spalle e si voltò per raggiungere i propri indumenti, si avventò decisa sul dono ricevuto.
Terminata la vestizione l'uomo riprese il suo solitario cammino.
7

Condividi

Massimo Merli 22/09/2020
Il pensiero dei due esseri umani lasciati al loro mortale destino all'interno del rifugio, dal quale Nick era riuscito a fuggire di soppiatto durante la notte, fece capolino nella testa dell'uomo mentre muoveva i suoi passi nei pressi del cimitero posto alla fine del piccolo paese di montagna che s'era appena lasciato alle sue spalle.
Erano trascorse poco più di quattro ore dalla sua partenza ed il sole aveva preso il posto delle tenebre della partenza.
Sino a quel momento il viaggio era trascorso in maniera tranquilla, e le sparute anime ciondolanti incrociate durante il cammino furono da lui evitate senza problemi.
Nick decise di prendersi una pausa.
Prima però si mise a muoversi con circospezione lungo il perimetro del cimitero delimitato da una inferriata alta circa due metri e mezzo; a parte qualche pennuto alla ricerca di cibo, il paesaggio pareva essere totalemente libero da presenze di qualsivoglia natura.
Le cripte aperte e le tombe scoperchiate del resto erano un buon indicatore del fatto che gli occupanti se ne fossero andati altrove.
Una panchina distante pochi metri permise a Nick di trovare un comodo appoggio per il suo fondoschiena, mentre un pezzo di carne secca placò il lamentarsi del suo stomaco.
Un vento sostenuto e fresco si alzò improvvisamente, spingendo nella direzione dell'uomo alcuni neri nuvoloni dall'aspetto poco rassicurante; nuvoloni che lo avrebbero raggiunto nel volgere di pochi minuti.
L'uomo provò a scrutare il paesaggio circostante posto al di sotto della collinetta presso la quale il cimitero sorgeva.
La totale assenza di costruzioni, o possibili ripari, causò un moto di disappunto sul viso di Nick che a malincuore e controvoglia decise di utilizzare una delle cripte vuote come riparo dall'imminente temporale.
La temperatura nel frattempo era scesa rapidamente ed il vento si faceva sempre più fastidiosamente freddo.
L'uomo sbuffò mentre varcò la soglia del suo nuovo riparo.
La cripta era piccola, umida ma dall'aspetto curato ed una bara aperta occupava gran parte dello spazio della stanza.
Il foglio di carta posto all'interno della bara attirò l'attenzione di Nick
<presto torneremo qui insieme, sorella adorata> era riportato sul pezzo di carta che Nick accartocciò prima di lanciarlo contro la parete di fronte a lui e colpendola nell'esatto momento in cui un tuono roboante annunciò l'arrivo immninente del temporale.
Pochi minuti più tardi l'acquazzone divenne realtà e Nick prima maledisse il cielo poi pensò che decisamente poteva trovarsi in una situazione ben peggiore.
La sua schiena si appoggiò contro la parete della cripta mentre la sua mente tornò a poche ore prima, alla fuga nella notte e a quanto fu costretto a fare per salvarsi la pellaccia.
Una lacrima solcò la sua guancia sinistra mentre riviveva l'immagine delle fiamme che avviluppavano il rifugio e tutti coloro che vi erano all'interno, mortali e non.
Profondo era l'affetto che provava per quel nascondiglio che aveva adattato alle proprie esigenze nel corso degli anni, e profondo fu il dolore che provò nel momento in cui lanciò al suo interno la bottiglia che diede inizio al rogo.
Poi Nick pensò che morire sarebbe stato decisamente più doloroso
6

Condividi

Massimo Merli 08/09/2020
Il trio percorse con grande rapidità un centinaio di metri in discesa, poi imboccò una strada sterrata posta alla sinistra del prato che li condusse dinnanzi ad una vecchia porta coperta parzialmente da sterpaglia e rami secchi.
Nick la aprì rapidamente, grazie alla chiave estratta dallo zaino, ed il trio passò oltre la soglia.
Alcuni sacchi di iuta appoggiati sul pavimento in legno e diversi scaffali in ferro, ancorati alla parete di roccia, facevano da ornamento a qulla piccola stanza
La parete opposta all'ingresso presentava una stretta e bassa apertura che dava accesso ad un secondo ambiente dalle dimensioni similari al precedente.
La seconda stanza, dalle dimensioni simili alla precedente, era praticamente vuota ad eccezzione di una brandina e una vecchia ed ingombrante cassapanca in mogano, posta sotto una apertura nella parete che permetteva di osservare parte dell'ambiente esterno.
Nick si accomodò sulla brandina, respirò profondamente, quindi volse lo sguardo agli altri due uomini portandosi l'indice a contantto con le labbra.
Il silenzio regnò sovrano per svariate ore all'interno del piccolo rifugio
Gl ultimi raggi solari della giornata facevano capolino nella stanza attraversando l'apertura nella parete di roccia, accompagnati dal rumore dei versi degli esseri dai quali i tre si stavano nascondendo.
Nick salì sulla pesante cassapanca e muovendosi con estrema prudenza raggiunse l'altezza necessaria per osservare la situazione all'esterno; alcuni secondi più tardi discese e scosse la testa, quindi riprese posto sulla brandina e sdraiandosi chiuse gli occhi.
8

Condividi

Massimo Merli 02/09/2020
Ogni storia ha un punto di partenza, così come quella che mi accingo a raccontare a chi è intenzionato a continuare nella lettura
Tutto ebbe inizio in un pomeriggio di sole tra alcune montagne lombarde
Quel pomeriggio fu oltremodo gradevole grazie ad una leggera e fresca brezza capace di donar sollievo alle anime vaganti lungo i sentieri immersi nella rigogliosa vegetazione.
Uno di quei luoghi non ancora intaccati dalla pesante ed asfissiante presenza di cemento e smog.
Le sparute costruzioni in legno, sparse qua e là, sicuri rifugi per coloro che decisero di isolarsi dal resto della cosìddetta comunità civilizzata.
Nick, era uno di costoro, e da pochi mesi s'era volontariamente isolato dalla comunità presso la quale aveva trascorso i primi trentacinque anni della sua esistenza.
L'uomo aveva lasciato il suo ben retribuito impiego ed il suo appartamento in centro
Il denaro ricavato, e risparmiato, consentì lui di perseguire ciò che il suo spirito reclamava ormai da diversi anni: libertà e serenità.
Nick aveva vissuto sereno e libero in quei mesi.
Nick aveva realizzato il propro sogno, e la sua anima era lieve come quella brezza pomeridiana.
Purtoppo il cielo non rimane limpido per sempre.
Quello fu il pensiero che balenò nella sua testa mentre udì alle sue spalle le grida di un paio di individui a lui noti.
Nick si voltò per rimbrottare i disturbatori, ma nei pochi secondi necessari ai due per oltrepassarlo a gran velocità, non riuscì a proferire parola dinnanzi alla visione di quella massa di creature che, lentamente ma inesorabilmente, stavano ciondolando lungo il verde prato nella loro direzione.
Senza pensarci due volte, Nick decise di seguire l'esempio dei due fuggiaschi e si mise a correre con tutte le sue forze, lottando contro il fastidioso rimbalzare dello zaino contro la sua schiena.
Pochi istanti furono necessari per raggiungere i due conoscenti, e superandoli fece loro segno di seguirlo.
7

Condividi

Massimo Merli 31/08/2020
Spiazzi di Gromo, luogo immerso nel verde della Val Seriana; un piccolo paradiso di tranquillità capace di donare serenità e relax.
10

Condividi

Massimo Merli 23/08/2020
Il Molino delle bufale a Zelo Buon Persico, un luogo immerso nel verde, lungo un percorso molto grazioso da effettuare in bicicletta o a piedi
4

Condividi

Massimo Merli 18/08/2020
Una delle mete toccate durante le mie ultime ferie toscane.
Una città davvero molto graziosa, un luogo che emana storia in ogni suo angolo.
12

Condividi

Massimo Merli 16/08/2020
Due delle mie più grandi passioni in una foto: Anime giapponesi e montagna
11

Condividi


Le Missioni

Completa le missioni prima che sia troppo tardi!

#missionespecchio

#missionespecchio

Scattare un foto in cui sia uno specchio


Immagini inviate 105

Missione PIULIKE


CHIUSA

#scarpepermissionefoto

#scarpe

Scattare una foto in cui ci siano delle scarpe.


Immagini inviate 109

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Katia Boscaino


#goldpeoplepremialaspesa

Gold-people premia la spesa

Scattare una foto ad un contenitore della spesa a dei soldi e a un dispositivo mobile.

Missione sponsorizzata Gold-peole.it



Immagini inviate 90

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Lucia Marca


#goccedighiaccio

Ghiaccio e gocce di colore

Fotografare del ghiaccio e delle gocce


Immagini inviate 95

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Giulia Scalercio


#nastriebuste

Nastri e Buste

Scattare una foto in cui ci sia una nastro e una busta da lettera


Immagini inviate 107

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Alex Picca


#colorandolestelle

Colorando le stelle

Scattare una foto a dei colori e delle stelle


Immagini inviate 100

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Giulia Stoppelli


#fruttaecioccolato

Fruttaecioccolato

Scattare una foto in cui ci sia della frutta di stagione e del cioccolato


Immagini inviate 99

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Cristina Gelli


#peccatodigola

Peccato di gola

Scattare una foto a tutto quello a cui non sapete rinunciare....


Immagini inviate 112

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Giovanna Serpieri


#vasodifoglie

Vaso di foglie

Scattare una foto ad un vaso con delle foglie autunnali e delle frutta autunnale.


Immagini inviate 81

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Cristina Gelli


#cinturainregalo

Cintura in regalo

Scattare una foto a una cintura e un pacco regalo con una coccarda.


Immagini inviate 59

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Marco Serughetti


#letteraF

Scatto alla F di Nice

Scattare una foto una composizione di oggetti o un disegno in cui sia evidente e leggibile una LETTERA F


Immagini inviate 108

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Michela Strignano


#oradelte

Ora del te

Scattare una foto ad una teiera e un orologio con orologio in primo piano.


Immagini inviate 87

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Teresa Serpieri


#incontroluce

In controluce

Scattare una foto in controluce


Immagini inviate 93

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Aurora Mulino


#missioneinsimmetria

Scatto in simmetria

Scattare una foto simmetrica.


Immagini inviate 81

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Emma Nunziata


#colorifreddineiterzi

Benvenuti nei colori freddi dei terzi

Scattare una foto con colori freddi nella regola dei terzi...


Immagini inviate 73

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Giusy Lucca


#ierrebb

IERRE B&B

Scattare una foto alla vostra colazione... con un postit con scritto "IERRE B&B il piacere dell accoglienza"

Missione sponsorizzata IERRE B&B



Immagini inviate 60

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Lucia Marca


#pontesangiorgio

Ponte San Giorgio

Scattare una foto ad un ponte che appaia in secondo piano rispetto ad un dito "OK"


Immagini inviate 53

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Lucia Marca


#armoniadeicolori

Limoni in armonia con post-it!

Scattare una foto a dei limoni in un contesto di colori armoniosi analoghi.


Immagini inviate 51



CHIUSA


Piu Votata


Katia Boscaino


#arancione

Arancione

Scattare una foto ad uno o più oggetti di colore arancione.... Inserire nella foto un post-it con una frase a piacere


Immagini inviate 72



CHIUSA


Piu Votata


Teresa Serpieri


#scontrinonice

Gli scontrini di NICE

Scattare una foto ad uno scontrino su un tavolo da Bar, Ristorante, altro a piacere.


Immagini inviate 74

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Giusy Lucca


#votamissionefoto.it

E' Tempo di VOTI

Inventati uno scatto in cui ci sia ci siano oggetti che rappresentano un numero da 0 a 10 e una lettera M


Immagini inviate 90

Missione PIULIKE


CHIUSA


Piu Votata


Giulia Surace


#strumentospartito

Strumenti Musicale con libri o spartito di musica classica.

Veri, finti, antichi e moderni.


Immagini inviate 50

Missione a CREDITI


CHIUSA

#inbicimissionefoto

In Bici con Barbarosport

Scattare una vostra foto in bici

Missione sponsorizzata Barbarosport



Immagini inviate 15

Missione a CREDITI


CHIUSA

#postit

Post-it Missionefoto.it

Attaccare da qualche parte o tenere in mano un post-it/foglio di carta con scritto Missionefoto.it in modo chiaro.


Immagini inviate 23

Missione a CREDITI


CHIUSA

#scattiamoinperpendicolare

Scattiamo in Perpendicolare

Scattare una foto in perpendicolare


Immagini inviate 19

Missione a CREDITI


CHIUSA

#lenostrecitta

Le nostre città

Posta una foto cartolina della tua città


Immagini inviate 38

Missione a CREDITI


CHIUSA

#missionefotostopbullismo

STOP Bullismo

Postare una foto sul vostro profilo Facebook che riguardi il Bullismo


Immagini inviate 35

Missione a CREDITI


CHIUSA

#missionemetavacanze

Viaggi e Miraggi

Posta una foto della meta preferita per le tue vacanze


Immagini inviate 26

Missione a CREDITI


CHIUSA

#igieneorale

Igiene ORALE

Importanza dell'igiene orale

Missione sponsorizzata Studio Dentistico Barillaro Domenico



Immagini inviate 15

Missione a CREDITI


CHIUSA

#cartonesumissionefoto

Cartone Animato della tua infanzia

Cambia l'immagine del profilo e Posta una foto raffigurante il cartone preferito.


Immagini inviate 23

Missione a CREDITI


CHIUSA

#recorddabattere

Record da Battere!

Posta una foto che raffigura un record battuto.


Immagini inviate 22

Missione a CREDITI


CHIUSA

#filmpreferito

Film Preferito

Invia una locandina del film ti ha più emozionato

Missione sponsorizzata MissioneFoto.it



Immagini inviate 28

Missione di tipo LIKE. Senza Premi!

CHIUSA

#spacexmissionefoto

SpaceX - Lancio nello spazio

Posta la foto che più ti piace riguardo la missione


Immagini inviate 10

Missione a CREDITI


CHIUSA

#piattochat

Piatto Tipico e Chat di assistenza di Missionefoto.it

Scattare una foto del piatto tipico della tua zona con accanto un device che visualizza la chat assistenza del sito Missionefoto.it


Immagini inviate 4

Missione a CREDITI


CHIUSA

#cantantepreferito

Cantante/Gruppo preferito

Posta una foto del tuo cantante/gruppo preferito.


Immagini inviate 19

Missione a CREDITI


CHIUSA

#primocellularemissionefoto

Il mio primo cellulare

Postare la foto del primo cellulare che hai avuto.


Immagini inviate 26

Missione a CREDITI


CHIUSA

#benvenuto

Missione di Benvenuto in MissioneFoto.it

Posta la foto di un panorama che ti piace particolarmente.


Immagini inviate 12

Missione a CREDITI


CHIUSA

#norazzismomissionefoto

No al razzismo!

Contribuisci a diffondere i sani principi di MissioneFoto.it


Immagini inviate 20

Missione a CREDITI


CHIUSA

#uniscitianoimissionefoto

Posta link Missionefoto.it sui Social

inserisci il link a MisssioneFoto.it sul tuo profilo Facebook e Instagram.


Immagini inviate 63

Missione a CREDITI


CHIUSA

#invitaunamico

Missione Invita un amico. Accredito automatico dei 300C. Missione Chiusa.

300 crediti per ogni amico. Invita gli amici a iscriversi a MissioneFoto.it


Immagini inviate 11

Missione a CREDITI


CHIUSA


Pubblicità

Contribuisci al progetto e aumenta la tua visibiltà sui social

#Pubblicità sui social

Richiedi Informazioni

Puoi fare pubblicità a basso costo.





Indossa la mascherina per rallentare il contagio da Covid-19